Word deve morire?

MS Word merita la morte. È il titolo di The Register a proposito di un pezzo di Charles Stross, autore inglese di fantascienza (ma anche tecnico, programmatore e farmacista, nonché premio Hugo per Singularity Sky), che non ne può più del software di scrittura di Microsoft. Non gli funziona bene? No, il problema è più vasto: siccome molti usano Word, ebbene si aspettano che tutti usino Word. In particolare, lamenta Stross, le case editrici. Che esigono che tutti si integrino. E questo nonostante i molti guai del programma, che una volta esisteva come programma a se stante, cioè senza gli attuali tanti collegamenti al codice generale Microsoft, e adesso fa parte di un ecosistema che non a tutti piace. L’accusa di Stross è che ogni volta che mandi a qualcuno un file Word imponi una colonizzazione di software Microsoft perché Word si porta dietro tanta formattazione, tanti metadata macro e spesso e volentieri è molto gonfio e poco semplice, quindi anche poco utile al creativo. È vero che quasi tutti i software per la scrittura, più o meno creativa, riescono a farsi notare quando sono Word compatibili Forse perché Word è così antico che ha creato uno standard di mercato… Per leggere il riassunto delle tesi di  Stross e le risposte dei 248 lettori che spiegano le loro preferenze in fatto di sistemi di scrittura andate su The Register , per il blog originale, il cui titolo è più duro (Perché MS Word deve morire), andate qui

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...