Tv 4K, vidioti e trappole.

Il titolo del pezzo di The Register è una vera carognata e suona così: i video 4k possono stupire i vidioti, ma i creatori di contenuti vedono trappole. Insomma al GTC 2013 (ovvero il GPU Technology Conference, tenutosi a San José California dal 18 ad 21 marzo, dove si radunano i cervelloni nel campo dell’elaborazione grafica)  i mitici televisori 4K, il nuovo standard che dovrebbe bagnare il naso a quanto di meglio c’è in giro, hanno fatto la parte del leone. I televisori sì. E le immagini? A sentire gli addetti ai lavori, non bisogna aspettarsi a breve prestazioni da brivido  sulla parete del soggiorno. Shailendra Mathur, uno dei responsabili di Avid,  in una relazione  ha confermato che a Hollywood si comincia a girare in RAW (come per le macchine fotografiche più professionali), ovvero: si riprende a potenza altissima materiale grezzo che  può essere  elaborato e ingrandito senza perdere definizione. Il meglio del meglio. Che però costa tantissimo stipare, conservare e  gestire. Ma ne varrebbe ancora la pena, fatto salvo che, una volta costosamente elaborato, risulta così ridondante che può persino mettere in crisi anche i più potenti (e costosi) sistemi finali del consumatore. Per non farla troppo tecnica, allo stato delle cose c’è una differenza enorme tra la potenza del produttore e la capacità di godimento del televisore (anche il più avanzato) del consumatore. E adesso devono trovare una soluzione costo-opportunità. Uno dei commenti più divertenti è stato: finalmente una tecnologia così avanzata da non avere un uso pratico nel mondo reale per quanto stupefacente sia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...