Ti sfido a braccio di alluminio…

Braccio fuori uso da riabilitare? Braccio troppo debole per certi lavori? Mettiti un esoscheletro Titan Arm sul braccio, ovvero un braccio robotico legato alla spalla che moltiplica le forze, riduce lo sforzo e monitora l’andamento del tutto a scopi medici. Dite che un cyberbraccio non è una novità assoluta? In effetti no. È il progetto di quattro studenti di ingegneria che ha vinto il James Dyson Award (sì, l’uomo degli aspirapolvere senza sacchetto…). Costerà poco (sui 7500 euro), è in alluminio ed è adattabile a ogni necessità attraverso la stampa 3D di alcuni pezzi. Il progetto è open source. Calcolando che le assicurazioni mediche di solito non coprono gli esoscheletri per via dei costi troppo elevati, il prototipo (che è costato 1500 euro) si è assicurato la vittoria perchè è fatto con il 90 per cento di intelligenza e un 10 per cento di quattrini. Di questi tempi è consolante.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...