Il portoghese che voleva il server di Assange…

 

Un server Dell PowerEdge r410 che a suo tempo era stato affittato a Wikileaks è stato comprato all’asta su eBay da un diciassettenne portoghese per 33 mila dollari. Dollari che non saranno sborsati perché il ragazzo ha usato l’account del padre, operaio addetto alla manutenzione industriale a Lisbona, senza chiedere il permesso. Il papà è ovviamente seccato. Il server, messo all’asta dal provider svedese Bahnhof,  tornerà all’asta come un semplice server, perché in effetti, è vero che per un certo periodo aveva accolto documenti di Wikileaks sulla guerra in Irak, ma da tempo ogni dato sensibile era stato cancellato. Wikileaks poi si è seccata per l’uso del nome da parte del provider per farsi pubblicità: il ragazzo portoghese era disposto a  spendere una piccola fortuna non sua per averlo perché, come dice il padre, è ossessionato dalle teorie sulla cospirazione e forse sperava di trovare tracce del pandemonio che ha scatenato Assange. Ma la cosa più divertente è che i commenti dei lettori su The Register  vertono tutti sulle questioni legali alla  monetizzazione della citazione di Wikileaks.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...