Facebook. La mia timeline è un romanzo

Nella sede di Facebook, tra le pareti vetrate, i ragazzi ai computer e le lavagne plastificate con calcoli da nerd,  c’è un muro di graffiti troppo bello per essere vero: una gigantesca parete (The Facebook Wall) praticamente disegnata per la Storia: ogni impiegato del super social network, ogni genio, ogni creativo, anche quelli che passano per i corridoi con il monopattino (e si vedono), ci ha lasciato una scritta, un disegnino, qualcosa (ma guardate cosa fanno coi post-it…). Lo si vede nel breve filmato in cui sul sito di Fast Company  per la serie Most Innovative Companies intervistano al volo Nicholas Felton, il product designer che ha ispirato (con l’aiuto di Zuckerberg, ovvio, che tracciò la prima linea…) la Timeline che permette a chiunque di mettere online, praticamente, il  suo profilo come il romanzo della sua vita (almeno, fino a che non si pente un po’ di aver perso la propria privacy…). Si tira una linea orizzontale, gli si dà un inizio a sinistra, si mettono le tappe che si vogliono ricordare e condividere con tutti gli altri nel mondo, e quindi si possono aggiungete foto, disegni, filmati, scritte, eccetera. Poi si mette la linea in verticale. L’inizio sta in basso e a mano a mano che aggiungete vita le vostre tappe recenti si aggiungono in cima, le prime che si vedono quando entrate online. Semplice no?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...