Beccato il bosone, un mistero in meno, un Nobel in più. Forse.

Il bosone era stato ipotizzato da Satyendra Nath Bose mentre studiava il fotone di Einstein. Solo Einstein capì all’inizio di cosa si parlasse e anch’io mi fermo qui… Adesso hanno beccato il bosone di Higghs. Cos’è? Senza il bosone di Higgs (teorizzato nel 1964 dall’allora fisico scozzese trentacinquenne Peter Higgs) le cose nell’universo non potrebbero avere massa, e quindi sottostare alla forza di gravità, e quindi stare dove stanno (noi, le stelle, i pianeti) invece di fare un miscuglio indeterminato. Per cui, senza chiedere il permesso all’autore o ai credenti, era stato chiamato la particella di Dio. Era l’ultima delle 17 particelle elementari di cui è composta la materia (sarà contento Houellebecq) e finalmente è stata dimostrata dai fisici del CERN. E alla dichiarazione era presente pure Higgs. Che a questo punto potrebbe beccarsi il Nobel. La particella è stata catturata grazie all’acceleratore di particelle di Ginevra. Potrebbe aiutarci a capire di cosa è fatto il 96% dell’universo, la cosiddetta materia oscura che intrigava  persino il dr. House e che potrebbe spiegare il destino di Tutto. Per oggi ho le vertigini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...